Volevo essere ateo. Nessuno mi aveva mai detto: «guarda che con il mio Dio tu puoi anche essere ateo, sai. Lui non se la prende e sa molto bene come, dove, quando abbracciarti di nuovo con amore, quando ritieni di essere lontano, ma "per Lui" invece sei ancor più vicino. Chi può dire di essere lontano? Chi può dire di essere vicino a Dio?