Ad un altro sacerdote ho chiesto: «ma prima che ci conoscessimo chi veniva a farti visita in carcere oltre al cappellano?». Non mi ha risposto. Ha sollevato le braccia come per dire «nessuno!».
Ho visto Gesù carcerato (Mt 27), fatto bersaglio d’insulti e di bestemmie, percosso duramente, Gesù che, nella persona del Suo ministro riviveva  la passione, la morte. E per molti anni.