Roma. A Pietro, un sacerdote diocesano di oltre 60 anni, sofferente nel volto e nello spirito, chiedevo: «ma ti nutri? mangi abbastanza?». Mi ha risposto: « mi arrangio. Ogni giorno vado ai mercati generali e trovo sempre qualcosa di buono dentro ai contenitori dei rifiuti».
Mi è tornato alla mente il mistero evangelico del figlio sprecone (Lc 15) che desiderava nutrirsi di ghiande; in quel ministro di Dio ho visto Lazzaro, il mendicante scacciato dalla mensa del ricco al quale i cani leccavano le piaghe.