Sono venuto via dalla parrocchia, per salvarmi dal soffocamento. Mi sentivo minacciato di morte precoce, In un presbiterio senza aspirazioni né speranze. Attivismo senza gioia. Relazioni senza comunicazione e senza affetto. Spiritualismo senza realtà. Overdose di divino, in così poca umanità. Al Vescovo ho detto: "Eccellenza, non ce la faccio più. Desidero andarmene".
(sacerdote diocesano, 34 anni)