Oggi sono 25 anni che il Signore mi ha consacrato suo ministro nel Sacerdozio.
Ringrazio Dio per questo dono e invito anche voi a ringraziare il Signore con me. Nello stesso tempo prego Dio per tutti voi perché da solo non posso esprimervi tutta la mia gratitudine e i sentimenti del mio cuore per quanto mi avete dato: amicizia sincera, aiuto disinteressato, esempio di serena e semplice umanità, sostegno e partecipazione pazienti nelle difficoltà senza chiedermi nulla, accettazione della mia persona in tutta la sua miseria senza pretendere di cambiarmi, ma con una vera proposta a ritrovarmi, a vedere e a cogliere il bene che stava dentro me e mi circondava dappertutto. Oggi dico che sono contento di essere sacerdote perché ho sperimentato su di me la misericordia e l’amore di Dio secondo la sua misteriosa e viva presenza interiore, ma anche perché ho trovato e vissuto l’amore di Dio concretamente attraverso voi, quando mi avete insegnato ad accettare in me la volontà di Dio e solo quella. La mia vita è con Dio e con voi, e oggi con questo aiuto posso darmi alle persone che il Signore mi ha messo accanto nel mio ministero sacerdotale. Questo voglio dirlo nella gioia e con forza. Vorrei nominarvi tutti, uno alla volta, tutti, le amiche e gli amici con cui ho fatto il mio cammino in questi anni. Il mio cuore è con voi tanto, tutto. So che ora voi siete felici con me, per la mia vita. E io sono felice che voi esistiate. Ringrazio Dio perché ci siete e per come siete. Con tanto affetto.