Un’amica mi ha parlato di voi e mi ha passato il vostro indirizzo e ... un grande desiderio mi ha bruciato il cuore ... . Io sono una vedova di 82 anni, ed ho cercato di donare a Dio tutta la mia vita per i sacerdoti: da giovane, nell’apostolato di Azione Cattolica, più tardi nella famiglia. Perché anche noi non potremmo come le Claustrali far parte di Aiuto al Sacerdote? Il nostro cuore di mamme potrebbe dilatarsi a questo Dono Sacerdotale, ti pare? Io personalmente ho i miei don Gianni e don Franco cui ho donato tutta me stessa, ma ... nel mio cuore di mamma c’è ancora tanto posto e una grande disponibilità di donazione ... .
Perché non ci immetti in questa vostra grande famiglia? E’ vero, noi vecchiette, vedove e sole, non abbiamo tesori di sublime contemplazione da donare, ma possiamo offrire la nostra scabra solitudine, le nostre preghiere fatte di desiderio di una Chiesa che non sempre ci è vicina e accessibile, un desiderio che a volte brucia dentro, le nostre sante Messe concelebrate da lontano, le nostre rinunzie e i digiuni eucaristici, le piccole occupazioni di una giornata talvolta scialba e monotona. Questi ed altri tesori possiamo donare con tutto il cuore per i fratelli sacerdoti che lavorano tanto (a volte troppo) perché si facciano santi e il loro ministero sia fecondo.
Dimmi cosa te ne pare ... . Se vuoi ingrandire la famiglia, fatti vivo.
Anna