Vi ringrazio di cuore ed esprimo il più profondo apprezzamento per l’iniziativa e la costanza del vostro impegno in questo delicato ed opportuno servizio. Dopo aver celebrato il 60° di ordinazione sacerdotale, dopo aver passato tanti anni di servizio fuori diocesi, sempre per volere dell’Ordinario, ho fatto un cumulo di esperienze, per cui ringrazio il Signore di avermi dato tanta grazia e forza per rimanere nei giusti binari di una vocazione apprezzata dagli uomini e che per il giudizio di Dio sarà quel che sarà. Tentennamenti, crisi, debolezze, sono stati superati ed ora prego che il Signore assista e fortifichi me e tutti gli altri. Ho conosciuto vocazioni tradite o incamminate su altre lecite soluzioni. Ho sempre fatto esami di coscienza e riferimenti a consigli e suggerimenti di chi mi ha indirizzato e aiutato, familiari e religiosi, e mi pare di vivere in serenità sufficiente per far ancora del bene ... . Pregherò per voi e mi unirò ai sacrifici dei confratelli per vincere solitudine e debolezze e godere la gioia delle virtù sacerdotali.