Ho ottantadue anni. Vivo in collina con mia figlia. Dalla mia casa si gode una vista meravigliosa sulla città. Mi affaccio sovente alla finestra e lì passo i momenti più belli delle mie giornate. Si vedono tanti campanili e tante chiese e io faccio l’adorazione eucaristica così, da casa mia. Campanile dopo campanile immagino di entrare in quelle chiese e adoro Gesù presente nei Tabernacoli e gli chiedo di benedire voi tutti.
Anche se non vengo a visitarvi, ogni giorno mi trattengo così con voi e vi sento nel mio cuore. Ma ora smetto perché mi sento commuovere.