La loro sofferenza, alla luce della fede, acquista e rivela un'efficacia redentrice.

«… Di quanto fatto e farete per me posso solo ricambiarvi con la preghiera, offrendo al Signore le sofferenze del mio stato a vostro favore.
Il 28 dicembre sarò ricoverato per essere operato all'occhio destro. Col pensiero all'atto operatorio passerò il Natale con Gesù nel Getsemani e tutto soffrirò ed offrirò per la crescita del vostro apostolato, che ha, permettete lo dica, più del divino che dell'umano ...».