Siamo disposti a perdonare ogni errore se non ci costa niente. Ma quando il perdono coinvolge il nostro portafoglio allora diventiamo furibondi, e molto difficili.
“Sono ricattato e ho tanta vergogna a dirlo. Mi puoi aiutare?”.
La risposta è immediata: “il ricatto è una cosa molto brutta... e poi tu hai sbagliato troppo ... devi pagare, per imparare una volta per tutte ... non vorrai mica che io ...”.
Certamente. Abbiamo ragione. In fondo, Gesù sacerdote sommo ci era costato soltanto trenta denari (Mt. 26, 15), per liberarci di lui avevamo pagato soltanto il prezzo di uno schiavo qualunque. Ma per questo sacerdote ci vuole troppo!