Uno di voi mi ha detto: «stai tranquillo. Noi tutti peccheremo anche domani. Noi siamo qui per chiederti di restare, di non allontanarti, di non stancarti di noi. Pregheremo insieme aspettando l’aurora. Magari intirizziti dal freddo del cuore e nauseati della vita, ma sempre stretti, stretti, come fratelli impauriti. Chi sa che Dio non abbia indotto lui stesso le nostre tragedie perché voleva che ci incontrassimo e restassimo insieme, finalmente? Chi sa che Lui non abbia inventato proprio per noi questo nuovo modo segreto per tenerci con sé, pur facendoci credere che siamo lontani da Lui? Chi sa che, mentre diciamo “perché mi hai abbandonato” in realtà Lui stia sorridendo a questo gruppo di fratelli tutti sbandati ma tutti riuniti? Il resto verrà. La grazia non è opera nostra, ma so che verrà. Ciò che conta non è essere impeccabili, ma voler essere salvati. Se rimarrai, anche tu otterrai la grazia di lasciarti salvare».