di Jan Twardowski

erbaSan Francesco d’Assisi
imitarti non so,
la mia santità non vale un soldo,
a leggere la Bibbia, mi viene il mal di testa.

I pesci non mi vengono a sentire,
agli uccelli non so parlare,
il cane del parroco mi ha morsicato
e il mio cuore non ha tanto coraggio.

Sono belli i monti e le foreste,
mi attraggono sempre le rose,
ma di tutte le meraviglie della terra,
preferisco l’umile erba.

Bassa com’è, ci cammino sopra,
non ha né frutti, né spighe;
Erba, mia piccola sorella,
carmelitana dai piedi scalzi.