Carissimi,
la vostra indagine meriterebbe di essere approfondita e conosciuta anche per rispondere in modo più obiettivo e articolato a libri unilaterali sui preti religiosi come quello di Drewermann. Io sono un prete felice, professore di Nuovo Testamento e Patristica. Però ho conosciuto e aiutato tanti preti in difficoltà od usciti, anche due miei compagni.
Il fenomeno meriterebbe di essere studiato anche per prevenirlo il più possibile mediante un migliore discernimento.
Io ringrazio il Signore che mi ha chiamato da fanciullo; sono entrato a dodici anni in seminario e sono felicissimo di essere prete. Non so come ringraziare il Signore. Mi spiace dei confratelli sofferenti. Grazie.
Un sacerdote