bocc cordataUniti tutti insieme dall’amore di Gesù, sforziamoci di diventare, nello stile della vita, ogni giorno «più trasparenti» per ottenere davvero che i nostri fratelli sacerdoti trovino in noi la Via Regia che conduce al cuore di Cristo, Re di tutti gli uomini.

Non stanchiamoci. Non rallentiamo le nostre azioni di zelo e di apostolato con la scusa dell’estate e delle conseguenti ferie. La nostra sollecitudine per il bene, per le anime, per i sacerdoti, non possono e non debbono conoscere soste.

Non corriamo il rischio di vedere un fratello allontanarsi per sempre, perché non abbiamo saputo compiere un gesto di generosa solidarietà a suo riguardo! Né possiamo correre il rischio di non sapere cosa rispondere a Gesù Cristo, che ci chiederà conto di quel fratello.
La vita umana è una scalata che si compie in cordata. Commettere un errore, una dimenticanza, mettere un piede in fallo, è pericoloso non solo per me, ma anche per chi è vicino a me, è mio compagno di cordata.

I Sacerdoti sono i dispensatori del Perdono e dell’Amore Divino, che ci portano la gioia e la pace. Il mondo ha fame e sete di Perdono e di Amore. E’ quindi anche per il bene nostro e di tutto il mondo che dobbiamo aiutare i sacerdoti a risplendere sempre più, nella luce che promana da Dio. Rimaniamo sempre in unità con loro, nella preghiera e nella carità.