seminatoreQuesto Aiuto al Sacerdote non progetta programmi di espansione, non si pone alcun obiettivo di sviluppo. Per noi, l’importante è servire. Siamo come il chicco di grano evangelico che per divenire spiga dorata deve restare nascosto (Gv 12,24). Ogni giorno viviamo con gioia l’esperienza di quell’uomo "che getta il seme nella terra: dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Come, quell’uomo non lo sa" (Mc 4,26). Aspettiamo che il Signore compia in noi la sua misericordia.
A noi, piccolo seme, il Signore fa giungere precisi segnali che sospingono alla perseveranza. Primo ed eloquente segnale, tra i molti, è il potente arco di amore e di preghiera che ci sostiene nella Chiesa; oppure l’incontro con i fratelli che vengono da lontano per posare ai piedi di Gesù il pesante fardello delle debolezze; oppure, la constatazione abbagliante che il Signore della vita ricostruisce le vite distrutte dal male e le rende esuberanti di frutti di grazia. Un granello di senape, che cresce e diviene albero, e gli uccelli del cielo vengono e si riposano (Mc 4,32).

Aiuto al Sacerdote prende vita dalla parola del suo Signore: "Io vi ho mandati a mietere ciò che voi non avete seminato" (Gv 4,38) e ancora: "quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: siamo servi inutili. Abbiamo fatto solo quello che dovevamo fare" (Lc 17,10). E i nostri cuori sono colmi di gioia!

A laude di Christo. Amen.