porziuncola-assisi1Chi sbaglia, o è disorientato, non sempre è colpevole. Usargli misericordia non è annacquare il radicalismo evangelico né sminuire le possibilità di riscatto della persona ma è vivere l’etica del possibile di cui è intriso tutto il vangelo. Puntare verso il minimo bene possibile ora, in modo da aiutare il fratello a crescere verso il bene integrale di domani. E’ non spegnere il lucignolo fumigante, non spezzare la canna incrinata, è aiutare l’uomo a nascere e a crescere un po’ alla volta, Il cammino del nostro vangelo è un cammino progressivo che evita il paternalismo, l’autoritarismo, gli schemi preconcetti.

Nello stesso tempo cerca di evitare il lassismo o la negligenza educativa, Il punto di partenza di questa nostra proposta è la persona umana nella sua reale situazione, nelle sue attuali possibilità comprese con amore magnanimo.

Perché il nostro servizio al sacerdote in difficoltà sia concreto e fecondo ci pare necessario credere che ognuno va aiutato a fare la strada che gli è possibile.