... Sì, intensifichiamo la nostra preghiera e la nostra offerta per i sacerdoti, soprattutto in questo tempo santo che ci prepara alla Pasqua del Signore: possa la luce della resurrezione invadere tanti cuori abbattuti e far risalire dagli inferi chi crede ormai di aver perso tutto. Possano le nostre preghiere far sentire loro la misericordia di Dio che non pone mai la parola fine, ma sempre paternamente stimola a ricominciare di nuovo il cammino, qualunque ne siano stati i passi: Lui è la vita, il compagno di viaggio, la meta! Lui è la vita! Per piacere, lo dica a nome nostro, a quel sacerdote la cui tremenda disfatta ha riportato all’inizio della Sua lettera e ai tanti sacerdoti che soffrono: noi abbiamo fiducia in loro, che non depongano le armi, che non c’è abisso tanto profondo dal quale l’amore del Signore non possa trarre fuori!
Noi, votate all’adorazione (nello specifico della riparazione) perpetua del SS. Sacramento, ci sentiamo ancor più coinvolte  a vivere la nostra consacrazione prima di tutto a favore dei sacerdoti.
Comunità delle Benedettine