... E’ veramente giunta la "nostra ora": con Maria la nostra Celeste Abbadessa.
Dobbiamo prendere con fede il nuovo impegno di morire ogni giorno per la Chiesa, per Benedetto XVI e per i fratelli sacerdoti. La nostra "morte" fatta di preghiera, di penitenza, di obbedienza, sarà "vita" per la Chiesa e i suoi ministri.
Sì, anche a noi come a Maria, il Padre domanda l’adesione perfetta della volontà sulla croce quotidiana della radicale obbedienza, una conformità concreta alla Volontà di Dio, e una completa disponibilità ad essere "usate" per divenire totalmente Madri a servizio del Padre e dei Sacerdoti suoi ministri.
... perché la S. Quaresima ci aiuti a vivere la morte che ci prepara ad accogliere la Vita! Grazie!

Le Sorelle Benedettine