m-madre-di-dioTutte le madri che sono degne di questo nome, dopo la maternità fisica sono chiamate a vivere la maternità psicologica e spirituale della persona del proprio figlio. La vita del corpo sarebbe incompleta se le madri non allevassero lo spirito, se non cercassero di  sviluppare  la "persona" del loro figlio. Allevare ed elevare: questa la loro missione.

Sotto questo profilo, l’amore materno della Santa Vergine è incomparabile, è unico, tanto nei confronti del figlio Gesù quanto nei confronti di ciascuno di noi. Lei che ci conosce bene per nome, nel suo amore per noi ci rivela quanto l’amore di Dio è amore materno. Tutto ciò che di materno c’è nel cuore di Maria scaturisce dal cuore di Dio, che è infinitamente più materno del cuore di Lei. Questo avviene per grazia, affinché noi conosciamo Dio al femminile, sperimentiamo che Dio è anche nostra Madre.
Dio, nel Suo amore perfetto, è tanto femminile quanto maschile, dal momento che egli possiede ed esprime in eminenza tutte le ricchezze dell’amore creato e increato, tutte le tenerezze dell’Amore eterno, sempre presente, sempre attuale. Sì, Maria è sacramento della maternità di Dio, ci rivela Dio al femminile, e ci permette di pregare il Creatore, il cui amore traspare attraverso Lei, rivolgendoci a Lei come a una mamma e scoprendo, in questo rapporto, in questa esperienza mistica, che Dio è più Madre di tutte le madri.

Quando non sappiamo più pregare o la preghiera è nella nostra bocca come un pugno di sabbia, ci resta la possibilità di un grido: mamma! Questo grido può raggiungere il cuore di Maria e attraverso quel Cuore Immacolato, il grido dei figli arriva al cuore di Dio presente in Lei. Ogni figlio, invocando questa Madre, ritrova il Padre.